store logo
GALATEA
(30.7K)
Steamy Romance Novels

Cinquanta sfumature di grigio non può reggere il confronto con questo libro

byBy Lena
Dec 7, 2022

Questa incredibile storia d’amore tra lupi, La regina dei licantropi, si sviluppa in oltre 3 libri ed è stata letta più di 125 milioni di volte sull'app Galatea. I fan di Cinquanta sfumature di grigio affermano che l’intesa romantica è perfetta in questo libro. Continua a scorrere per leggere alcuni capitoli esemplificativi oppure leggi i libri completi su Galatea.

Aarya, con il cuore appena spezzato, scopre di essere destinata al Re Alfa, proprio nel bel mezzo della sua cerimonia di fidanzamento!

null

Voglio dire, tra tutti, dovevo essere accoppiata proprio con il re.

Perché? Non volevo un compagno, non avevo bisogno di un compagno. Tanto meno di lui.

Il re di tutti i licantropi e di tutti i lupi mannari. Le altre lupe ci avevano provato per secoli, implorando la possibilità di stare al suo fianco. Disposte ad abbattere chiunque si trovasse sul loro cammino per ottenere anche solo uno sguardo dai suoi occhi scuri, pur di avere la possibilità di essere sue. Di diventare regina. Avrebbero fatto di tutto purché il licantropo più potente della storia, il più grande bellimbusto alfa mai esistito, diventasse il loro compagno.

Ma invece dovevo essere io.

Dal mio nascondiglio nei Giardini Reali, placai il mio cuore e il mio respiro affannoso e pregai - pregai - che non mi avesse vista. Che non mi avesse annusata o percepita. Forse, in qualche modo, non aveva sentito il legame che ci univa.

Forse potevo riprendere fiato per un momento, poi sgattaiolare via e lasciare il ballo senza che nessuno sapesse mai cosa era successo. Sarei potuta tornare in albergo dicendo ai miei genitori che mi ero sentita male e che dovevo andarmene. Avrei potuto...

I miei pensieri si interruppero e mi si rizzarono i capelli sulla nuca. Indizio che un pericoloso predatore era nelle vicinanze. Mi voltai di scatto, con un sussulto in gola, sapendo già che le mie preghiere erano state inutili.

Il re si trovava a pochi metri di distanza, con uno sguardo quasi ferino nei suoi occhi scuri. Il suo petto ampio e muscoloso si alzava e abbassava rapidamente, sotto il velluto nero della tunica. Si leccò le labbra carnose e le arricciò con un ringhio. "Compagna".

Mentre si dirigeva verso di me, indietreggiai sbattendo contro il tronco di una quercia massiccia e le mie dita scavarono nella corteccia ruvida. Si fermò a un millimetro di distanza, così vicino che potevo sentire il calore irradiato dal suo corpo provocante, e piegò la testa verso il basso, facendo risalire il naso lungo il mio collo fino alla mascella.

Il mio cuore si fermò mentre lui inspirava profondamente e una delle sue mani si arricciò nelle stoffe della gonna del mio abito da ballo, mentre l'altra premeva sulla corteccia sopra la mia testa. Ero in trappola, bloccata, come una farfalla in una ragnatela.

"Sai da quanto tempo ti sto cercando?" Le sue labbra erano accanto al mio orecchio, la sua voce profonda e roca. "Ora che ti ho trovata, non ti lascerò mai più andare".

Santi numi. Non potevo negare che il legame di coppia fosse forte, più forte di quanto pensassi.

Si dice che non ci sia cosa al mondo più temibile dell'amore di un licantropo per la propria compagna.

Quando un licantropo perde la propria compagna, perde anche se stesso. La sua anima annega in un pozzo di disperazione e ciò che torna in superficie è un mostro. Un mostro che ucciderà chiunque si trovi sul suo cammino, distruggerà città e rovescerà imperi. Nemmeno gli eserciti che cercano di fermarlo potrebbero mai essere alla sua altezza. Questo perché non capiscono il suo dolore. Come potrebbero? Un licantropo ha una sola compagna. Una sola possibilità di felicità eterna. Quindi, se la perde, non si darà pace finché non le avrà inflitto tanta agonia quanta ne ha sopportata.

Ma, oh Dea, quando un licantropo trova la sua compagna... tutto il suo mondo si riorganizza.

E lei è lì, al centro di tutto.

Il suo sole.

La sua luna.

La sua ragione.

Il suo torto.

La persona per cui vivrà. E la persona per cui morirà.

Nessuna passione è più grande.

Nessun legame è più forte.

Nessuna estasi è più totalizzante.

Nell'arco di una sola occhiata, avevo percepito l'intensità di tutto questo attraverso il suo solo sguardo.

La mia bocca era secca. La mia lingua e le mie membra erano bloccate. Pochi secondi prima non desideravo altro che fuggire. Ora, volevo solo abbracciarlo. Avevo bisogno di sentire le sue mani su di me.

Il re mi scostò una ciocca di capelli dal viso, facendomi emettere un suono imbarazzante dalla gola.

"Mai, in vita mia, ho visto una ragazza bella come te", disse dolcemente, con gli occhi nocciola che mi scrutavano il viso. Scintille mi scesero lungo il corpo e il mio stomaco si contorse per il complimento.

Perché le sue parole avevano un tale effetto su di me? Non era una cosa normale, ma d'altronde nulla di questa situazione lo era.

"Potresti... potresti lasciarmi un po' di spazio, per favore?" Riuscii a dire.

Il re alzò le sopracciglia e rispose: "Come posso essere sicuro che non scapperai? Non voglio doverti catturare di nuovo, ma lo farò se dovrò farlo".

Rabbrividii per la minaccia nel suo tono. Per quanto cercassi di convincere me stessa che il re non fosse un uomo irresistibile, il mio corpo diceva il contrario.

Leggi i libri completi senza censure sull'app Galatea!

"Dimmi il tuo nome", disse.

"Aarya. Aarya Bedi".

"Aarya", disse il re lentamente. Come se il mio nome fosse una caramella che si scioglieva lentamente sulla sua lingua. "Vieni".

Il mio corpo rispose immediatamente e un brivido caldo mi riempì, mentre lui mi prendeva per mano e iniziava a guidarmi attraverso i giardini per tornare verso il Palazzo, nella sala da ballo. Non avevo altra scelta che seguirlo. Con i pensieri e il cuore in fibrillazione, entrai nella sala accanto a lui. La sala, con centinaia di ospiti in ghingheri, si voltò tutta verso di noi. Ma c'era solo una persona su cui potevo concentrarmi.

Hunter.

Il ragazzo che mi aveva spezzato il cuore meno di un giorno prima, in piedi in prima fila con la sua nuova compagna accanto. Per tutta la sera, sembrava aver finto che io non esistessi. Ma ora non riusciva a togliermi gli occhi di dosso.

Distolsi rapidamente lo sguardo. Il calore si accumulava sulle mie guance.

"Ora puoi lasciarmi andare?" Chiesi al re, così a bassa voce che solo lui avrebbe potuto sentirmi.

"No. Non avrei mai pensato di trovarti. Mi ero quasi arreso", rispose Adonis dolcemente, quasi tra sé e sé. Mi tirò di nuovo avanti, al centro della folla. La folla si aprì per noi, creando un percorso che portava dritto ai due troni gemelli.

Sarebbe stato il momento perfetto per dire qualcosa di romantico, ma invece il panico ebbe la meglio e sbottai: "Beh, non ho mai voluto un compagno, non dopo che mi è stato spezzato il cuore".

La presa di re Adonis si strinse sulla mia. "Chi diavolo aveva il tuo cuore prima di me?"

"Non dirmi che nessuno ti ha mai spezzato il cuore prima d'ora?" Chiesi, evitando la sua domanda.

"Chi è stato?" Adonis ringhiò.

Scossi la testa, grata che fossimo arrivati in fondo alla sala. Che fossimo costretti a girarci di nuovo per affrontare la folla, con i troni ora alle nostre spalle.

"Sudditi reali", disse il re alla folla scintillante e tempestata di gioielli. "Ho trovato la mia regina. Inchinatevi".

Il mio stomaco cadde e l'intera sala si prostrò davanti a noi. Tutti gli occhi si abbassarono in segno di riverenza. Tutti tranne un paio.

"È lui, non è vero?" Adonis sussurrò.

"N-no". Balbettai. Anche se Hunter mi aveva spezzato il cuore, non volevo che gli accadesse qualcosa di brutto. E il tono di Adonis conteneva oscure promesse.

"Non. Mentire. A. Me". Mi ringhiò all'orecchio.

Poi, prima che avessi la possibilità di dire un'altra parola, lasciò cadere le mani dalla mia vita e attraversò la stanza.

In un attimo, Adonis aveva bloccato Hunter a terra.

La Guardia Reale entrò in azione, invitando tutti i presenti a indietreggiare. "Indietro! Indietro subito!"

La tunica di Adonis era sul punto di spaccarsi. Stava per trasformarsi. E poi non si sapeva cosa avrebbe potuto fare in forma licantropo.

Ma non potevo semplicemente "indietreggiare" e guardare il mio compagno fare a pezzi il mio primo amore.

Così, mentre la folla di persone scappava dalla rabbia di Adonis, io correvo dritta verso di lui.

Segui la storia di questa coppia focosa nel pericoloso mondo degli intrighi imperiali, contro ex-amanti respinti, subalterni gelosi e molto altro ancora... Assapora questo dolce e piccante racconto che ha fatto impallidire Cinquanta sfumature di grigio. 😈🥵

Leggi i libri completi senza censure sull'app Galatea!

Recensioni dei lettori
Sono così presa da questi libri... bye bye Netflix 😊
Shannan Penisione, Apr 8, 2022
Facebook Group
Onestamente penso che questa app sia fantastica. La uso praticamente tutti i giorni e la adoro. 👌🏻❤️
Steffie Cliff, Mar 26, 2022
App Store Review
Adoro quest’app. I libri sono fantastici e non vedo l'ora di leggerne altri!
Virgo Rose, Mar 24, 2022
App Store Review
Non riesco più a fare a meno di quest’app. Passo la maggior parte del mio tempo a leggere, anche al lavoro. Mi basta un piccolo assaggio di ogni capitolo. Gli autori dei libri sono dei geni, apprezzo tantissimo i loro sforzi. 💜
Kimberley Mills, Mar 23, 2022
Facebook Group